venerdì 25 ottobre 2013

conforto al cioccolato

Può capitare che la calma serafica che mi ammanta con un leggerissimo, impalpabile velo di accondiscendenza, si dissolva nell'aere. Può capitare, sono una donna come tante, bastevolmente educata che non attacca turilla; il mio motto è vivi e lascia(mi) vivere, senza rompermi i cabbasisi, sulu sulu pcchì io non li scafazzo a ttia. Mi pare equo e solidale con la mia tranquillità che, ultimamente e di 'sti tempi, vacilla e non poco. Quando qualsiasi-siasi cristiano mi pigghia bellamente per i fondelli, ecco che il velo impalpabile se ne va a cataffottersi verso altri lidi.
Per riacchiappare il velo, per fortuna mia, mi basta (?) accendere il forno, indossare un bel fantale, legarmi i capelli, aprire il frigo e la dispensa; burro, farina, uova e cioccolato. La concentrazione si riappropria della mia mente e delle mie mani, fuori tutto dal cervello, solo manualità, gesti sicuri e semplici; certo, allordo tutta la cucina, tanto nnì mia ci voli picca! Pochi ingredienti che, confezionati nelle giuste proporzioni,  producono, dopo il passaggio nel forno, un ciavuru incoffessabile e una visione tale da rimanere alluccuti. 
La ricetta originale la trovai ccà ma, 'o solitu, cangiai qualche cosuzza.
torta al cioccolato e barbabietola rossa
200 g di burro
250 g di barbabietole precotte
200 g di cioccolato fondente
60 g di panna acida
5 uova separate
140 g di farina
190 g di zucchero di canna
8 g di lievito
20 g di cacao amaro
un pizzico di sale
per il ripieno e la copertura
120 g di burro
100 g di panna acida
200 g di cioccolato fondente
Per mantenere alta la concentrazione suggerisco di preparare tutti gli ingredienti e averli a portata di mano. Accendete il forno a 180°C, io dopo 'n'anticchia l'abbasso a 160 picchì il mio elettrodomestico è troppo potente, la teglia è piccola e alta quindi rischio che si bruci all'esterno e rimanga cruda all'interno.
Imburrate e infarinate uno stampo in alluminio di 20 cm di diametro e alto 10. Tritate il cioccolato, mettetelo dentro un pentolino insieme con il burro a pezzetti e scioglietelo a bagno maria, facendo attenzione che l'acqua mantenga una temperatura al di sotto dei 100°C e che non tocchi il pentolino con il cioccolato, fate intiepidire. 
Setacciate il cacao, la farina e il lievito, mettete da parte. In un boccale riunite le barbabietole, con un frullatore a immersione riducetele in purea. In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero per 10 minuti, unite il cioccolato fuso, il purea e la panna. In un'altra ciotola montate gli albumi con un pizzico di sale Con un frusta a fili amalgamate gli albumi con movimenti dal basso verso l'alto, unite in tre volte gli ingredienti secchi e legate sempre con delicatezza. Versate nella teglia e infornate per quasi un'ora, controllate la cottura con uno stecchino. Fate raffreddare la torta completamente nel suo stampo e poi trasferitela, su una gratella per dolci.
preparate il ripieno e la copertura, fondendo il cioccolato con il burro, sempre a bagno maria,  fate intiepidire aggiungete la panna e montate il composto con una frusta elettrica. Tagliate in due la torta ormai fredda, farcitela con metà del ripieno preparato, copritela con l'altra metà della torta e versate al centro la glassa rimasta. Con una spatola per pasticceria spalmate con delicatezza in modo da fare scivolare qualche goccia dal bordo. Ponete in frigo e tiratela fuori una decina di minuti prima di servire.


40 commenti:

  1. Che ricettina interessante...Le barbabietole nei dolci non le ho mai assaggiate...Ma sono incuriosita!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta che ti sia accesa una lampadina curiosa :)
      grazie Memole
      :*
      Cla

      Elimina
  2. Goduriosa.......e molto interessante!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Figghia, quando ti leggo, mi emoziono....
    Tomà

    RispondiElimina
  4. Signore ti ringrazio per questo comfort-post!
    un bacio gigante, Cla!
    simo

    RispondiElimina
  5. Ma taliai bene? Con barbabietole la torta la facessi? Donna meravigliosa fussi! Vado bene come moglie di un siculo? Meravigliosa la torta meravigliosa tu e tutto quello che fai! Un abbraccio e buon WE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah Serena, vai benissimo soprattutto se sei amica mia :*
      grazie
      Cla

      Elimina
  6. Ero passata per pranzo ... ma mi sono persa il dolce! e che dolce

    RispondiElimina
  7. Avresti dovuto vedere con quanto interesse ti ho letto! Altro che piatti dietetici.... questi sono quelli che mi fanno impazzire! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro,
      lo so questi fanno squagliare solo a taliare :*
      grazie
      baciuzzi
      Cla

      Elimina
  8. Ciao Cla! ma che combini! eh un carattere peperino come il tuo certo se si arrabbia son faccende serie ;-)
    Per fortuna che poi torna la dolcezza...e questa splendida torta di cioccolato ne è la prova!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ragazze, in effetti mi sono calmata
      :D
      baci
      Cla

      Elimina
  9. Meravigliosa me la manciassi una bella fettona :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mizzica una fettona? OCCHEI!
      :*
      grazie bedda
      Cla

      Elimina
  10. amora, incazzati cchiù spessuliddu,
    se poi produci così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah, giusta considerazione
      :*
      grazie bedda
      Cla

      Elimina
  11. .... OMG....sto leccando il monitor...diabolica!

    :D

    RispondiElimina
  12. MIZZICA :)!SLURP GNAM SLURP!!BRAVAAAAAAAAA

    RispondiElimina
  13. chi fu chi fu chi fu??? cetto che però tesoro questo post è compromettente.. .se questo è l'effetto che ti fa quando ti scafazzano i cabbasisi......................... questa la faccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah coriceddo, tutto passò cu tutto 'stu ciavuru di cioccolato :)
      grazie
      :*
      Cla
      Cla

      Elimina
  14. Ciao Claudia, dal tuo post sento che solo tu potresti capirmi in questo periodo della mia vita; come mi piacerebbe poterti incontrare e trascorrere una giornata a chiacchierare!!!
    La mia tranquillità è da un bel po' che vacilla per colpa di qualcuno che ha deciso di calpestare quel motto.Quando aprii il blog due anni fa fu il rimedio per me per riacchiappare quel velo che ormai si è dissolto del tutto. Apro la dispensa, accendo il forno e anche io mi chiedo:mi basta???
    Favolosa la tua ricetta;domani la provo e poi ti farò sapere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. piacerebbe molto anche a me, trovarsi in sintonia riattiva tutti veli, ci si ricarica a vicenda. Realizzare la torta mi fece bene :)
      grazie gioia ti abbraccio
      Cla

      Elimina
  15. adoro leggere e sentir parlare in siciliano,per me qui al nord, grigio e nebbioso, il ricordo di una vacanza nelle tua terra ritorna costantemente alla mente, che voglia di ritornare! Dolce pensiero il tuo, cioccolatoso e peccaminoso, al diavolo la dieta, passami una fettina, Grazie !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara,
      con grande piacere e alto godimento :)
      baciuzzi e grazie infinite
      Cla

      Elimina
  16. Non amo la barbabietola, anzi, ho proprio un'avversione. Ma confesso che una forchettata in questa prelibatezza cioccolatosa ce la affonderei ^_^
    Fosse solo per curiosità (in realtà l'hai resa goduriosa, con tutto quel cioccolato!!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti Erica, se l'assaggiassi non te ne accorgeresti, però la barbabietola dona alla torta la giusta umidità :)
      grazie
      Cla

      Elimina
  17. ancora nirbusa si? no picchì ti vuliva diri ca ti futtivu quattru calamiti di lu frigu! pi chissu si incazzata? ;-) maria santa...secondo me potresti mettere un sacchetto di carta della pasta vuoto sopra un piatto e fari figura! ma quanto sei brava?! baciotti bedda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAHAHAHAH! Vogghiu moriri ahahahah
      che ridere amica cara, ora ogni volta che apro il cassetto della pasta ti penso, ogni volta che apro il frigo ti penso, insomma ti penso sepre :*
      grazie gioia
      Cla

      Elimina
  18. Proprio oggi ho acquistato la barbabietola che non rientra negli ortaggi da me consumati, anzi, e' la prima volta che la compro, ma sarei tentata di provare la tua ricetta essendo golosa di cioccolato! Ma non posso, e cosi' mi accontento di "leggerti" visto che per me e' sempre piacevole e divertente! Complimenti per tutto, buona serata! Maria Luisa

    RispondiElimina
  19. Maria... io di qua non ci devo passare più!!!!! Ma che idea la barbabietola nel cioccolato.... ho apura a provarlo... le gnome che diranno? A me, mi incuriosisce assai!! Basciuzz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, una torta come questa l'ho portata in una classe di scuola elementare, quarta per la precisione, i bambini sono impazziti.
      io penso che alle gnome piacerà
      :*
      grazie coriceddu
      Cla

      Elimina