mercoledì 18 febbraio 2015

dolcezza e morbidezza in uno

Una tenerezza impressionante, un impasto lievitato duci e zuccherato ma non troppo, una specie di brioches alla crema ma aperta, consiglio vivamente di farla e di mangiarla tiepida. La ricetta l'ho trovata su un numero vecchissimo di Sale & Pepe, febbraio 1998 pagina 42. Non me ne voglia la redazione della patinata e amata rivista ma ho aggiunto un tuorlo nella crema e usato i 50 g di burro nell'impasto che nella ricetta si perdono. O meglio ne vengono usati 30 e degli altri 20 non si hanno notizie.

per l'impasto:
150 g di farina
50 ml di latte
10 g di lievito di birra
un uovo intero 
30 g di zucchero di canna
50 g di burro morbido
per la crema:
2 tuorli
150 ml di panna fresca
un cucchiaio di latte
50 g di zucchero di canna più un po' per spolverare la torta
Preparate l'impasto che necessita di lievitazione, riscaldate leggermente il latte e sciogliete il lievito, ponete nella planetaria e cominciate a impastare con la farina, unite l'uovo, lo zucchero e il burro a pezzetti poco alla volta aspettando che il pezzo precedente sia stato inglobato dalla lavorazione. Coprite con un canovaccio e fate lievitare per un'ora. Riprendete l'impasto e versatelo dentro una teglia di 22 cm di diametro imburrata, allargatelo e premete con la punta delle dita infarinate, spingendo dal centro verso l'esterno e lasciando un bordo gonfio. Coprite con un canovaccio e ponete a lievitare ancora una volta in un luogo tiepido per almeno un'ora.
Preparate la crema mescolando i tuorli con lo zucchero unite poco per volta la panna e il latte. Pennellate con l'albume avanzato l'impasto lievitato, distribuite un po' di zucchero di canna sull'impasto, versta ela crema al centro e poi distribuite ancora una manciata di zucchero i bordi della crema. Infornate a 180°C per circa 25-30 minuti. Servite tiepida.





9 commenti:

  1. Buona che è!!!!! Meno male che ogni tanto qualcuno si accorge che manca qualche ingrediente... :D Un bascione gioia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah, cose da pazzi, ho spulciato la ricetta tra le righe della rivista più e più volte e non trovavo che fine fa una parte del burro. Va beh! Niente ci fa
      :* grazie biddazza
      Cla

      Elimina
  2. che bontà! Grazie per la ricetta...
    Carla.

    RispondiElimina
  3. Immagino che profumo questa brioche.. sembra un po' la famosa torta nua che gira nel web, però fatta con la pasta brioche che io adoro!
    Quant'è bello scovare ricette particolari nelle vecchie riviste?
    un bacio tesoro,
    a prestissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meraviglioso è Annalisa.
      :)
      grazie assai
      Cla

      Elimina
  4. a quest'ora una fettina la vorrei proprio....Baciuzzi

    RispondiElimina
  5. Ottimo sito! Trovo molto vivace, premuroso e molto altro piuttosto bel viso e le illustrazioni sono fantastici! Vi auguro buona fortuna e buona fortuna per il futuro e la continuità di questo magnifico sito
    I Migliori Saluti

    RispondiElimina