sabato 26 aprile 2014

cucinò la mamà


Attruvai una ricetta della nonna paterna, cosa rarissima fu, picchì d'idda non ho ricette da tramandare a parte questa, che tra l'altro mi ha raccontato e preparato me matri qualche giorno fa, qui da me. Non si capisce molto dalla foto, vero è, non sono stata capace di carpire la bellezza e la bontà di questo piatto che, dice mia mamma, come lo faceva la nonna Anna, mai più nessuno. Questo lo dice lei che assaggiò chiddi di me nonna ma vi assicuro che questi non vi faranno fare mala fiura.
Ve lu cuntai che fa me matri quannu cucina? Una confusione inenarrabile di cose, mestoli, pignate, utensili vari, mappine e olio unnegghiè, 'nsumma, sporca mille e mille cose ma chiddu che vene fori è una poesia. 

12 carciofi grossi
un kg di cipolle rosse
150 g di olio extra vergine di oliva
per l'agrodolce
4 cucchiaini di zucchero
120 g di aceto di vino bianco
pan grattato
menta
prezzemolo
pulite i carciofi e recuperate i cuori, tagliateli a metà, eliminate il fieno interno e tuffateli in acqua acidulata con il succo di un limone. Mondate la cipolla e affettatela grossolanamente. Irrorate con olio una padella capiente, versate cipolla, i carciofi affettati e cuocete  per circa mezz'ora, dipende dalla grossezza dei carciofi, con il coperchio e a fuoco lèggio; quando, con i rebbi di una forchetta trovate il carciofo quasi tenero, alzate la fiamma e fate asciugare l'acqua di vegetazione togliendo il coperchio. Preparate l'agrodolce, in una ciotolina sciogliete  lo zucchero nell'aceto. Quando l'acqua sarà evaporata aggiungete l'agrodolce e fate evaporare a fiamma alta per circa 10 minuti mescolando. A fine cottura spolverate con un mazzetto di menta e uno di prezzemolo. Se volete, dividete il composto in due, una parte mettetelo in una ciotola, l'altra metà  lasciatelo in padella, mescolate  una manciata di pan grattato. Servite tiepidi o a temperatura ambiente.

3 commenti:

  1. ci credo che sia una poesia, anzi doppia poesia dato che le versioni sono due ! Buona domenica Claudia, un abbraccio !

    RispondiElimina
  2. mai provati i carciofi in agrodolce, ma amandoli particolarmente di certo ci piaceranno. deliziosi. buona domenica

    RispondiElimina
  3. Ciao, che bella questa ricetta dei carciofi in agrodolce, tutta da provare. Ok magari non saranno quelli della tua nonna, ma secondo noi son buoni comunque ;)
    bacioni Cla!

    RispondiElimina