sabato 5 maggio 2012

voglio ritornare bambina

ma non per una questione puramente velleitaria, l'età che ho va bene anche se ho superato gli anta, ma quando mi volto indietro, mi acchiappa una botta di malinconia; c'erano papà con i nonni, la mamma spadellava in cucina, mio fratello ed io eravamo picciriddi  :D
 E lo so, mai contenti siamo di quello che siamo, quann'eramu picciriddi vulìamu criscìri, ora che semu ranni...:Il bello dei ricordi è che ti ci puoi tuffare dentro, solo che ti resta appiccicata n'anticchia di malincunia. 
Credo banalmente, senza scendere troppo nei meandri della psicologia, che il mio desiderio raggiunga motivi nascosti tra le braccia della mia mamma, confortanti e certe.
Questo dolcino, che sa di antico, riporta indietro nel tempo quann'eramu picciriddi, come in una pellicola in bianco e nero. Lo dedico, con amore, a te mamma, per la tua festa, anzi per le tue due: quella di rito "della mamma", che quest'anno è il 13 e quella per il tuo compleanno che curri appresso il 14; bello 'sto mese di maggio in cui nascisti.
 
 Biancomangiare
permettetemi una divagazione prima della ricetta: 'sto dolce al cucchiaio mi pare la versione "punto zero" della pannacotta, lo pensate anche voi?
Per otto cristiani:
un litro di latte parzialmente scremato
100 g di amido di mais o di grano
200 g di zucchero semolato
la scorza grattugiata di un limone non trattato,
qualche fogliolina di timo limonato.
Mescolate, dentro una pentola, l’amido setacciato, lo zucchero e la scorza del limone lavata e finemente grattugiata; a freddo, sciogliete la miscela con il latte. Ponete poi sul fuoco leggìo mescolando spesso. Aggiungete le foglioline di timo limonato lavate e asciugate, portate a ebollizione mantenendo il calore moderato ancora per cinque minuti. Versate il composto in ciotole singole oppure in un unico stampo dai bordi bassi tutti precedentemente bagnati e capovolti; lasciate che raggiunga la temperatura ambiente e poi trasferite in frigo per almeno un paio d’ore. Al momento di servire, decorate il piatto da portata con foglie di limone non trattate, capovolgete il dolce che si staccherà dalle pareti agevolmente e finite, se volete, con qualche fogliolina di timo.
-ah! Mamà, mi scordai l'ultima vota chi vinisti ccà, che t'avevo accattato un regalino...vale ppì quannu nnì videmu nautra vota :D conservato è! Intanto fatti un tuffo indietro magari tu :*

34 commenti:

  1. Ciao Claudia, noi siamo un pò più giovani, ma fidati che la malinconia viene pure a noi!
    Questa crema dolce e profumata deve essere divina: prima di tutto è un bel ricordo di mamma, e poi con i semplici ingredienti che la compongono...ottima!
    un bacione

    RispondiElimina
  2. mi hai commossa.........sappilo!
    <3

    RispondiElimina
  3. Ciao Claudia, una parentesi del tuo cuore che non può che colpire, con delle inflessioni dialettali davvero simpatiche :))
    Concordo pienamente con te nel fatto che il biancomangiare sia il precursore della panna cotta, ma ti dirò di più..io preferisco il biancomangiare :)))
    Mi sembra di sentire da qui l'odore delle foglie di limone, ho un bellissimo arbusto in terrazzo, ogni volta che esco mi fermo ad annusarlo ... :)
    Un bacione Clà, buona domenica :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie bedda
      buona domenica anche a te
      :*
      Cla

      Elimina
  4. Come sei dolce! Mi sono commossa.....

    RispondiElimina
  5. bellissimo post! per altri motivi io vorrei avere 'na quinnicina d'anni chiù picca :-DD buonissimo we :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) ahahahahah
      grazie Sonia
      :*
      buona domenica
      Cla

      Elimina
  6. Un post dolce e tenero come questo biancomangiare !
    loredana

    RispondiElimina
  7. Figlia mia tenerissima, ti rispondo con un poco di ritardo, l'emozione era troppa e non potevo scrivere non vedevo i tasti. U capisti chi mi fai cianciri? che bello però..... si cianciri pi chistu è bello GRAZIE
    Tomà

    RispondiElimina
  8. Bedda mia!!!! Tenerezza mi facisti ;-)
    A me piacciono entrambi ma io sono un caso a parte... ma oggi mi mangerei proprio questo il tuo che ha una nota speciale!!!

    RispondiElimina
  9. Sorvolo sul dolce e sulla ricetta (che proverò sicuramente)...
    Sorvolo sulle foto... sgrunt... e anche sulle pentole... doppio sgrunt...
    Ma che meraviglia che tua mamma ti risponde sul tuo blog!!!
    Pensa, io ho aperto il mio per fare arrivare alla mia mamma pezzetti della mia quotidianità lontana. Ma lei non ha il PC, non sa usarlo e non trova nessuno che le permetta di farlo.
    Che emozione leggere le parole della tua mamma... che dolcezza e che malinconia...
    Ti voglio bene...

    miciapallina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MiciaMia,
      che adorabile dichiarazione d'amore mi hai fatto? :* Pure io ti voglio bene, abbiamo un monte di cose in comune :)
      La mia mamma è super tecnologica, sicuramente gli piacciono tutte 'ste diavolerie: telefona con lo smartphone Samsung Galaxy, chatta, usa Skype, facebook e chi più ne ha più ne metta, ma è anche una necessità perchè con due figli che ha messo al mondo, nemmeno uno le è rimasto accanto. Ma lei è super e s'arrangia con la tecnologia...
      grazie tesoro :*
      Cla

      Elimina
  10. A me fa quest effetto il budino al cioccolato tesora!!!Questo invece mi riporta alla mia prima vacanzza sicula al profumo di gelsomino :'(
    Augurissimi per tutto
    Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche quello ha il suo perché ed è legato indissolubilmente alla nonna :D
      grazie tesoro, anche a te
      :*
      Cla

      Elimina
  11. Bella la ricetta..e bello il ricordo che hai..quante tenere emozioni!
    Brava come sempre!
    Un abbraccio e a presto..
    Kika

    RispondiElimina
  12. Un dolce commovente e dolcissimo! Auguri a tutte le mamme!

    RispondiElimina
  13. Ciao ti volevo invitare a partecipare al contest "Il dolce della vita"
    http://dolciricette.blogspot.it/2012/04/il-dolce-della-vita-contest.html

    Scadenza 20 maggio.

    Ti aspetto!!

    RispondiElimina
  14. Ciao Claudia sei simpatica e brava a spignattare questa è una ricetta superdolcecoccolosa.....pure io voglio ritornare per un pò bambinaaaa!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Concetta,
      grazie molte per queste tue considerazioni, lasciami dire che tu sei gentilissima a regalarmi queste righe qui su queste pagine.
      alle volte i ricordi sono come le ciliegie :) uno tira l'altro
      baciuzzi
      Cla

      Elimina
  15. Gigina mia mi hai fatto commuovere! Sono orgogliosa di avere un'amica come te dal cuore grande, le mani d'oro e la tastiera (una volta sarebbe stata la penna) magica *** Ti lovvo sempre! P.s. Giovanni mi ha detto del nuovo impegno...sei fantastica ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gigina amorevole,
      tu mi lovvi assai e mi vedi dorata, però una cosa vera è, il nostro è un affetto vero e immutato nel tempo, nonostante non siamo più uno accanto all'altra fisicamente ;) ti penso sempre, sempre, sempre. :*
      tu lo sei di più, fantastica :***
      Cla

      Elimina
  16. Cara Clà, finalmente arrivò maggio, il caldo, e tu sarai ben felice! (sei già marrò????) Questo post è bellissimo anche perché è molto primaverile, ma soprattutto perché una delle cose più belle del tuo blog è come parli della tua mamma.
    Sai, se penso a tutte le storie per piccini che raccontiamo ai notri figli in cui le mamme non ci sono, e al posto loro solo matrigne e streghe, e a tutto quello che ci raccontano sui conflitti fra mamma e figlia, è davvero bello sentire che effetto fa quando una mamma ti ama infinitamente e sa fartelo capire!
    Auguro a tutte le mamme di perdersi per sempre nell'amore per i loro piccoli, e che i loro piccoli abbiano per sempre di questo l'assoluta certezza!
    baci,
    Animula

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bedda mia,
      io felicissima sono, finalmente, FINALMENTE! Posso dire finalmente? ahahahah è arrivato il caldo sole che m'arrusica la pelle, sono quasi marrò, ci sto lavorando :)
      il tuo augurio è vibrante d'amore e spero tanto arrivi ovunque :*
      grazie
      Cla

      Elimina
  17. doppia festa anche per la mia mamma... donne un po' speciali quelle di maggio!
    lo sono anche il tuo racconto e la tua ricetta ^_^

    roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Roberta, lo penso anch'io!
      :***
      Cla

      Elimina